logo
Il progetto punta a creare un network delle guide turistiche pugliesi e degli esperti del territorio, un portale che funga da luogo di incontro con i visitatori, in cui i ciceroni e gli esperti di Puglia possano raccontarsi e proporre le proprie escursioni ed essere facilmente rintracciabili da chi vorrà sceglierli.
Ultimi post
+39 3519013733
info@letsgoguides.com
FOLLOW US:
+39 3519013733
Top
 

Vacanza in montagna in Puglia

11 Lug

Vacanza in montagna in Puglia

Solitamente la Puglia viene rappresentata come la regione del sole e del mare, eppure riserva molte località interessanti per passare una vacanza in montagna. Sebbene, infatti, non offra comprensori sciistici, esistono moltissime aree non pianeggianti.

Ecco alcuni punti di interesse da non perdere se state organizzando un tour in montagna in Puglia:

Il Subappennino Dauno

Offre paesaggi fiabeschi, interessanti percorsi di trekking in ambienti incontaminati e particolarmente suggestivi.

I suoi monti prendono il nome dalla Daunia, una regione storica popolata dall’antico popolo dei Dauni. La vetta più alta della zona è quella del Monte Cornacchia che, con i suoi 1152 metri, si configura come la montagna più elevata di tutta la Puglia. Circondato da splendidi borghi come Biccari e Faeto, offre l’accesso alle aree aree protette di Cerasa, del bosco del Tufo, del bosco Difesa e del bosco Vetruscelli.

Lungo le sue falde settentrionali, sgorgano le sorgenti del torrente Vulgano, nonché il Lago Pescara. Il versante meridionale si apre invece in un’ampia vallata, la Valmaggiore, solcata dal torrente Celone e popolato dall’unica minoranza francoprovenzale in Puglia. Dalla sua cima, si può ammirare un vasto paesaggio, comprendente il Tavoliere delle Puglie, il Gargano, l’Irpinia, il Matese e la Maiella.

La seconda vetta per altezza dei Monti Dauni è quella del Monte Saraceno, che si colloca invece nel territorio di Mattinata, in provincia di Foggia. Si affaccia sul Mar Adriatico; la fauna principale della zona è costituita dalle molte razze di uccelli che nidificano periodicamente. Sulla montagna è presente un importante sito dauno del IX secolo a.C.

Da non perdere: il Borgo d’Italia Pietramontecorvino. Si tratta di un abitato di origine medievale che crebbe in maniera rilevante intorno al 1500, quando fu cinto di mura e dotato di un fortilizio ducale. Degno di nota è proprio il Palazzo Ducale, la cui costruzione iniziò probabilmente nel XIII secolo e dominato da una possente torre normanno-angioina. Il centro storico a forma di lisca di pesce, con il suo intreccio di vicoli stretti e contorti, è chiamato Terravecchia.

Il Gargano

Situato nella parte settentrionale della Puglia, il Gargano è il paradiso degli escursionisti: un percorso di trekking da non perdere passa per la Foresta Umbra, l’Abbazia di Monte San’Angelo per proseguire verso Monte Sacro, la vetta più alta del Gargano ( 874 metri sul livello del mare).

Da non perdere: Monte Calvo, circondato da splendide foreste che appartengono al Parco Nazionale del Gargano. 

Blog Blog

Leave a Reply: