logo
Il progetto punta a creare un network delle guide turistiche pugliesi e degli esperti del territorio, un portale che funga da luogo di incontro con i visitatori, in cui i ciceroni e gli esperti di Puglia possano raccontarsi e proporre le proprie escursioni ed essere facilmente rintracciabili da chi vorrà sceglierli.
Ultimi post
+39 3519013733
info@letsgoguides.com
FOLLOW US:
+39 3519013733
Top
 

VISITARE LA DAUNIA SETTENTRIONALE: TOUR TRA FOGGIA, LUCERA E SAN SEVERO

30 Mag

VISITARE LA DAUNIA SETTENTRIONALE: TOUR TRA FOGGIA, LUCERA E SAN SEVERO

La Daunia è una terra ricca di storia, tradizione e bellezza, ma anche di devozione e pellegrinaggi religiosi. Si trova nella Puglia Settentrionale e comprende l’intero Tavoliere delle Puglie, il Gargano e i Monti Dauni. Un tempo si estendeva insieme alla Peucezia e alla Messapia per formare la Japigia (o Puglia).

Ecco alcuni punti di interesse da non perdere nel vostro giro turistico nella Daunia settentrionale:

Il Santuario della Madonna Incoronata, Foggia

Il nuovo complesso architettonico è opera dell’architetto Luigi Vagnetti di Roma e fu realizzato tra il 1954 e il 1965. La sua costruzione è stata ispirata dalle abitazioni primordiali della zona, quali la capanna e il trullo.

Il Parco Nazionale del Gargano

Il Gargano porta con sé nomi altisonanti, come Peschici, Vieste, la Foresta Umbra, le Isole Tremiti, appartenenti ad alcune delle zone più conosciute del nostro Paese.

Per la sua particolare conformazione morfologica, oggi rappresenta un vero e proprio puscrigno di biodiversità. Il cosiddetto sperone d’Italia, infatti, è sorto quando tra le lagune e la terraferma cominciarono ad emergere gli Appennini. Allora il Gargano non esisteva ancora, era un’isola separata dal continente. Solo più tardi il promontorio si congiunse alla terra, unendo il suo cuore verde al nuovo habitat.  

Il Parco Archeologico di Siponto, Manfredonia

Questa area archeologica gode di grandissima rilevanza e testimonia l’importanza raggiunta dall’antica Siponto  (colonia dal 194 a.C.)  in epoca romana, la quale assunse il ruolo di uno dei principali porti della Regio II. I resti della basilica paleocristiana, a tre navate con abside centrale e pavimento a mosaico, ricordano che fu sede di una delle più importanti diocesi della regione. I pavimenti pregiati relativi alla fase di edificazione della basilica (IV sec. d.C.) e alla sua ristrutturazione, avvenuta nel secolo successivo, sono visibili all’interno della chiesa medievale di Santa Maria Maggiore.

La chiesa, edificata tra la fine dell’XI e gli inizi del XII secolo, è uno dei cardini dell’architettura romanica pugliese.

Le Isole Tremiti

San Nicola, San Domino, Capraia e Cretaccio sono conosciute per la straodinaria bellezze delle loro coste, la ricchezza dei fondali e l’eccezionale limpidezza delle acque.

La Foresta Umbra

Si estende per 11.000 ettari e vanta svariate specie di fauna e flora: faggi, tigli, cedri, frassini, orchidee, etc. etc.

La città di Lucera

Come testimoniato dall’anfiteatro, si tratta di una colonia romana risalente al 315 a. C. Riveste particolare importanza il castello svevo-angioino, la torre bizantina, svariate chiese, musei, palazzi e naturalmente il Duomo costruito su una moschea precedente simbolo della colonia saracena che Federico II aveva trasferito qui dalla Sicilia.

La città di Foggia

Anche se pesantemente distrutta dai bombardamenti della seconda guerra mondiale e dai terremoti, il capoluogo di provincia conserva ancora oggi l’Arco di quello che un tempo era il Palazzo di Federico II, la Cattedrale del XII secolo (ammodernata secondo il gusto barocco nel XVII secolo) con l’Iconavetere, ovvero il Sacro tavolo della Madonna di Sette Veli, e ancora teatri, palazzi, chiese e santuari come quello dell’Incoronata risalente all’anno 1000.

San Severo

Il suo centro storico conserva monumenti significativi, grazie ai quali nel 2006 ha ottenuto il riconoscimento di città d’arte. Diverse sono le architetture religiose degne di nota, come la Chiesa Matrice risalente all’XI secolo, monumento nazionale ed edificio di culto più antico della città. Anche la Chiesa di Santa Maria Assunta, risalente al XII secolo, insieme alla Cattedrale di Santa Maria Assunta e la Chiesa di San Lorenzo delle Benedettine meritano interesse storico e artistico. Degno di nota è poi il santuario della Madonna del Soccorso in stile barocco.

Blog Blog

Leave a Reply: